Saldatura laser della plastica

La saldatura laser della plastica per mezzo di laser a diodi completa i processi di saldatura tradizionali come la saldatura a ultrasuoni, per vibrazioni o mediante elementi riscaldanti. Essa coniuga i vantaggi della saldatura senza contatto, senza formazione di grinze e colature del bagno di fusione con la possibilità di effettuare la saldatura con un gioco di assemblaggio misurabile.

Scopri di più

I laser a diodi di debole o media potenza sono perfetti per una connessione durevole e di qualità dei polimeri termoplastici mediante procedimento di saldatura a irraggiamento. Diverse ottiche speciali e componenti addizionali come un pirometro per la saldatura del contorno regolata dalla temperatura o ancora una camera CMOS per la visualizzazione del processo possono essere adattate sotto forma di moduli. Per una saldatura pressoché simultanea, i sistemi di scansione dotati di specchi di diffrazione altamente dinamici conducono il punto focale su qualsiasi contorno 2D.

Saldatura laser della plastica – Il procedimento

La saldatura a irraggiamento prevede sempre l'unione di una parte laser trasparente con una parte laser assorbente. Nella fase preliminare della saldatura, le parti da assemblare vengono prima di tutto posizionate e pressate l'una sull'altra. Nel processo di assemblaggio vero e proprio, il raggio laser attraversa quindi la parte trasparente senza riscaldarla in modo significativo. L'energia del laser viene assorbita solo dalla parte assorbente, determinandone così il riscaldamento della superficie. Questa energia viene trasmessa per conduzione sulla superficie della parte trasparente. L’energia assorbita assicura la plastificazione della plastica e mediante la pressione e la diffusione del calore genera un legame dei componenti. La pressione di assemblaggio così creata porta le due parti ad unirsi tramite accoppiamento dei materiali. La solidità della saldatura che ne deriva si colloca normalmente nell’ambito di resistenza del materiale di base.

Esempi di impiego

Saldatura quasi simultanea nell’industria elettronica

Un tipico campo di applicazione è ad esempio la saldatura quasi simultanea: un tipo di saldatura a irraggiamento che viene principalmente usata per sigillare in modo permanente gli alloggiamenti di plastica nei sistemi elettronici. Sistemi scanner altamente dinamici e dotati di focus circolare omogeneo, garantiscono in questi casi una conduzione ottimale del raggio e risultati dalla qualità estremamente elevata. L’apporto di calore senza contatto protegge i componenti delicati. Il riscaldamento rapido e non distruttivo genera una fusione omogenea della massa.

Saldatura a irraggiamento dei portelloni della automobili

I portelloni leggeri delle automobili fatti con materie plastiche vengono prodotti tramite saldatura a irraggiamento utilizzando i laser a diodi Laserline. La particolarità: i cordoni di saldatura in plastica saldata a laser sono invisibili e non è necessaria alcuna rifinitura nella zona di visibilità interna.